FORO INTERNACIONAL ACCION CATOLICA INTERNATIONAL FORUM CATHOLIC ACTION
FORUM INTERNAZIONALE AZIONE CATTOLICA FORUM INTERNATIONAL ACTION CATHOLIQUE

Avec une jeunesse synodale… Il y a de l’espoir !

04.12.2020 De Panama à Lisbonne (18-21 novembre 2020 en ligne). L’expérience de Fran Ramirez, Responsable de la Jeunesse ACG (Acción Católica General) Espagne

Chers amis,
Fran et Luisa nous ont représentés à la rencontre promue par la Section jeunesse del la DLFV du 18 au 21 novembre : “De Panama à Lisbonne – Appelés à la synodalité missionnaire Rencontre internationale en ligne vers les prochaines JMJ “.

Le logo des JMJ de Lisbonne, où la jeunesse portugaise nous attend en 2023, a été officiellement présenté.  Fran nous raconte son expérience, merci !

Les jeunes d’AC ont toujours participé aux JMJ en compagnie du Bienheureux Pier Giorgio Frassati au niveau de l’Eglise universelle et des Eglises locales où ils vivent chaque jour dans la paroisse.

Nous accueillons avec joie et responsabilité les paroles que le pape François a adressées à nous tous le 22 novembre, en marchant ensemble vers la JMJ de Lisbonne en 2023 et vers les prochaines JMJ dans nos Églises locales : à partir de 2021, nous les vivrons dans la solennité du Christ Roi.

Pape François A la fin de cette célébration eucharistique, je vous salue cordialement vous tous ici présents et tous ceux qui nous suivent à travers les médias. Un salut particulier à vous les jeunes, jeunes panaméens et portugais, représentés par deux délégations qui, dans un instant, feront le geste significatif du passage de la Croix et de l’icône de Marie Salus Populi Romani, symboles des Journées Mondiales de la Jeunesse. C’est un passage important au cours du pèlerinage qui nous conduira à Lisbonne en 2023.

Et pendant que nous nous préparons à la prochaine édition intercontinentale des JMJ, je voudrais relancer aussi sa célébration dans les Eglises locales. Trente-cinq ans après l’institution des JMJ, après avoir écouté divers points de vue et le Dicastère pour les Laïcs, la Famille et la Vie, compétent pour la pastorale des jeunes, j’ai décidé de transférer, à partir de l’année prochaine, la célébration diocésaine des JMJ du Dimanche des Rameaux au Dimanche du Christ Roi. Le Mystère de Jésus Christ Rédempteur de l’homme demeure au centre, comme l’a toujours souligné Saint Jean Paul II, initiateur et patron des JMJ.

Chers jeunes, criez par votre vie que le Christ vit, que le Christ  règne, que le Christ est le Seigneur ! Si vous vous taisez, je vous assure que les pierres crieront (cf. Lc 19, 40).

Luisa Alfarano – Michele Tridente
Responsables Coordination Jeunesse  FIAC


Se i giovani vivono la loro fede con passione, entusiasmo e con desiderio di evangelizzare, la nostra società cambierà radicalmente.

E se a questo aggiungiamo il fatto che si fa in un’ottica di dialogo, con un carattere partecipativo e sinodale che sottolinea l’ascolto più che postulati chiusi e vecchi, il cuore della Chiesa stessa si trasformerà e tutti i cristiani vivranno una nuova primavera piena di luce e di grazia.

Questo desiderio che nasce, dal profondo del mio essere, come laico cristiano, è stato via via incoraggiando e si è riempito di speranza quando ho ascoltato i responsabili dei giovani dei diversi Paesi partecipanti all’incontro, al quale ho potuto partecipare, il 18-21 novembre, convocato dal Dicastero per i Laici, la famiglia e la vita, in particolare dal  Segretariato Giovani a Roma, coordinato da padre Joao Chagas.

Il FIAC (Forum Internazionale di Azione Cattolica) mi ha incaricato per rappresentarlo insieme alla responsabile del Coordinamento Giovani  del FIAC, Luisa Alfarano.

È stata un’esperienza indimenticabile, piena di intuizioni, proposte e nuove sfide per continuare a lavorare al servizio dei giovani.

L’incontro aveva uno schema semplice: una prima parte dove, in sessione plenaria, siamo stati informati, proponendo un dialogo aperto, sui temi trattati, e una seconda parte dove, in gruppi linguistici, abbiamo condiviso riflessioni, iniziative, motivazioni e sogni per rendere la nostra chiesa un luogo sempre più vivo.

Le linee fondamentali delle diverse sessioni sono state la revisione, in uno spirito costruttivo, di quanto è stato vissuto ed è accaduto nell’ultima GMG di Panama nel gennaio 2019, (ho avuto la gioia di condividere la mia esperienza con i miei fratelli Jorge ed Emanuela), proponendo nuove linee sui lavori sinodali nella pastorale giovanile, tenendo all’orizzonte le proposte da fare per la prossima GMG che si terrà a Lisbona nel 2023.

Sono state intense sessioni di lavoro in cui i giovani sono intervenuti con assoluta libertà, ricche di idee, iniziative ed esperienze per formulare una sempre migliore proposta ai giovani da parte della Chiesa in ciascuno dei settori trattati.

I partecipanti all’incontro, quando hanno preso la parola, lo hanno sempre fatto in uno spirito costruttivo e fraterno, basato sull’ascolto, la riflessione e l’amore; avendo chiaro l’obiettivo comune che ci unisce tutti.

Tra le innumerevoli idee che hanno edificato durante  l’incontro, vorrei evidenziare le risposte a due domande che ritengo fondamentali per la pastorale giovanile:

Di che cosa abbiamo bisogno  per rendere la GMG un incontro più vivo  e una proposta concreta per TUTTI i giovani del mondo?
Rafforzare la partecipazione di tutte le realtà della pastorale giovanile alla costruzione e alla preparazione di questo incontro mondiale, e trasmettere, soprattutto ai giovani partecipanti, ciò che Francesco propone in Christus vivit : Cristo è luce, vuole che i giovani vivano e vuole che trasmettano questa vita.

Come possiamo costruire una chiesa più sinodale?
Essendo giovani che ascoltano e fanno proposte. Dobbiamo cominciare a rendere questo Sinodalità vita concreta e realizzata, impiantandola nelle nostre attività pastorali quotidiane dalla nostra équipe di vita e dalla nostra parrocchia.

Non dobbiamo mai dimenticare che Cristo ci insegna che “il tutto è più importante delle singole parti”. Camminiamo insieme come una sola Chiesa!

Sono un umile cristiano di una semplice e piccola parrocchia di La Mancha, Toledo (Spagna), il solo fatto di aver pensato a me per rappresentare, in questo tipo di forum, i giovani del FIAC, mi riempie di gratitudine, di orgoglio e di enorme gioia.

Questa esperienza mi incoraggia, per tutto ciò che ho vissuto e ascoltato nel corso di questo incontro, a continuare il mio impegno verso i giovani, per rendere possibili spazi dove la loro voce si faccia sentire nei diversi organismi pastorali nel cuore delle comunità, delle parrocchie, delle diocesi, ecc. e per continuare a collaborare, insieme a loro, alla costruzione di una chiesa più evangelizzatrice, più giovane e più viva. Una Chiesa aperta, piena di speranza e di amore.

È stato un dono immeritato che mi spinge a continuare a dire che vale la pena  spendere la nostra vita per i giovani e per la Buona Novella di Gesù!

Andiamo avanti! L’avventura continua…

Un abbraccio per tutti, e… GRAZIE

Fran Ramírez
Responsable del Sector de jóvenes de Acción Católica General (SPAIN)
jovenes@accioncatolicageneral.es


Welcame to Lisbon 2023 -Agenda (pdf)

pl_view_post:
49
wps_subtitle:
04.12.2020 De Panama à Lisbonne (18-21 novembre 2020 en ligne). L'expérience de Fran Ramirez, Responsable de la Jeunesse ACG (Acción Católica General) Espagne